Nonno, mi racconti una fiaba?

Reading Time: 2 minutes

Ciao Mami,  Ciao Papi, oggi dedichiamo il post a tutta la famiglia!

Vi racconto di quel pomeriggio che è stato per me una rivelazione.
Casa di Nonnobum, ore due del pomeriggio. Arriva Nonnobum e con tutta l’allegria del mondo dice: “Ho comprato un nuovo libro per le mie nipotine!”. E penso… WOW!

Visto che si tratta del secondo libro che compra in meno di un mese, (credo dovuto all’emozione della recente nascita della mia piccola, e dall’arrivo della terza nipotina a giorni :-), mi incuriosiva sapere di che libro si trattasse.

Ho comprato un nuovo libro per le mie nipotine!

Nonno, mi racconti una fiaba? Storie della Buonanotte”. Si intitola così, e già dal titolo mi aveva colpito! Oltre al titolo poi, lo sfoglio, e…una grafica stupenda! Illustrazioni di Anita Barghigiani, brava bravissima. Sarà che adoro i disegni per bambini, ma anche se non siete appassionati di design come me, non mi darete torto! Date un’occhiata ai suoi lavori https://anitabarghigiani.weebly.com.

Il duo di autrici, Antonella Antonelli & Laura Locatelli, hanno a mio avviso avuto un’idea geniale. Il libro, che inizialmente sembra un semplice libro di fiabe che invita i nonni a raccontarle ai nipoti, in realtà è molto molto di più.

Hanno raccolto nel libro fiabe d’altri tempi, non le solite per intenderci, fiabe che venivano raccontate ai nostri nonni, o che i nostri nonni raccontavano ai propri figli e nipoti. Parliamo di fiabe di una/due generazioni fa… interessantissimo. Vere favole della tradizione orale di un’Italia da non dimenticare!

Sono testimonianze raccontate da veri nonni, alle autrici: racconti di 100 anziani ospiti di oltre 40 centri d’assistenza Koran del territorio. Queste le premesse… e i contenuti? Non da meno!

Ovviamente non sto a raccontarvele tutte ehhhh… solo vi dico che se anche voi credete nel potere delle storie della buonanotte, sicuramente lo troverete curioso!

Se vengono raccontate nel modo giusto, le fiabe, possono davvero avere il “potere” di trasmettere valori importanti, di rilassare e di accompagnare i tuoi bambini oltre che nell’addormentarsi, per tutta la vita. Chi non si ricorda le prime storie preferite! Un pò come le canzoncine.

Tornando a Nonnobum; cosa di più meraviglioso di vedere i nonni dedicarsi ai nipoti? Lo fanno in quel modo così genuino.

Sfortunatamente, un pò per via della distanza, un pò perché sono mancati presto, non ho avuto la fortuna di avere i nonni vicini. Non so cosa voglia dire avere un nonno davvero e crescere con lui, e proprio per questo l’ho sempre desiderato! Negli anni ho conosciuto nonni meravigliosi – e meno, perché ammettiamolo, non sono mica tutti bravi i nonni – di amici e amiche.

Solo grazie al mio compagno però, e al rapporto invidiabile che ha con sua nonna, ho assaggiato da vicino cosa vuol dire averne una. Bello, sì! Ti ascoltano, ti consigliano, ti rendono la vita più facile! O almeno così sembrerebbe 😉 !!

Mi piace quando dicono che “i problemi non sono quelli”, che “le cose che importano davvero sono altre”, che nella vita “a testa alta sempre” e soprattutto… “che la vergogna MAI!” Non deve esistere, dobbiamo essere “sempre fieri di noi e delle scelte che prendiamo”. E come queste, tante tante altre cose.

I nonni sono semplicemente speciali!

Oggi va così, dedico questo venerdì ai nonni, a quelli di sangue, e a quelli acquisiti!

Con Amore, Mamibum

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *