La felicità? Come una donna. Va immaginata, conquistata, amata e mai lasciata! 

Reading Time: 3 minutes

Chi non conosce “La canzone della felicità” ?

In Italia è molto famosa, esistono le versioni anche in spagnolo e in catalano. Ma in inglese non l’ho ancora trovata.
Noi grandi ce la ricordiamo bene quella canzone, non perché sia stata la nostra preferita, ma perché… maestre di asilo, nei villaggi turistici e gli animatori dei gruppi estivi, non facevano altro che farcela forzatamente ascoltare, cantare, e persino ballare!
A me personalmente non è mai piaciuta! L’unica parte divertente era il ‘bobombobombom’ tra una strofa e l’altra, che mi ricordava la sigla di un’altro cartone animato di cui nemmeno ricordo il titolo.

Il ritmo non mi piaceva, ma analizzandola a posteriori, è una canzone che ci parla di un concetto piuttosto importante: la FELICITÀ!

Quello stato d’animo a cui tutti aspiriamo quotidianamente, e in ogni momento. Quel bene tanto ambito.

La più grande vendetta è la felicità: niente manda in bestia le persone più che vederti fare una fottuta bella risata.
-Chuck Palahniuk-

Ecco qui una Santa Verità.
Brutto da ammettere, ma molto vero… la felicità è tanto bella, che fa quasi arrabbiare. Per questo mi capita che a volte, quando sono felice, non mi va di condividere le belle notizie con troppe persone… troppe orecchie non ci piacciono 😉.
Così ne parlo giusto a famiglia ed amici stretti, solo per precauzione, per allontanare le malelingue. Per me è una specie di “antisfiga”, un’atteggiamento scaramantico. Sono sicura che anche voi avrete i vostri piccoli trucchetti anti-malocchio.

Così… ecco… diciamo che…

Se imparassimo tutti ad essere un tantino più felici e a guardare il mondo con un sorriso in più, sicuramente vivremmo in un mondo migliore!!!

La felicità? Come una donna. Va immaginata, conquistata, amata e mai lasciata! 

Ma come nei migliori film, anche i più bei matrimoni sembrano finire. A volte è la donna ad andarsene, a volte, è l’uomo a mandar via la felicità. Perché sì, l’uomo moderno è troppo preso dai propri problemi, dimenticandosi l’importanza che ha, portare con sè la felicità.

Poi improvvisamente tutto cambia. Andiamo a letto, o guardiamo la tv sul divano, e vediamo il nostro piccolo sorriderci. Così torna il sorriso, e tornano i pensieri positivi.

Che bello essere bambini, tutti vogliamo tornare bambini, a volte.

I bambini, si dice siano sempre felici, si pensa non abbiano filtri e che guardino la realtà da un occhio più ingenuo e libero da pregiudizi e dogmi sociali.

A questo proposito voglio aprire una piccola parentesi su un tema a parer mio molto importante. È solo uno spunto di riflessione.
Pensiamo davvero che i bambini siano sempre felici? Sì!!! La stragrande maggioranza della gente, come me, la pensa così. E con tutto il cuore vorrebbe fosse davvero così!

Eppure le instabilità emotive sfortunatamente esistono, e può capitare colpiscano anche i più piccoli. Voglio solo farvi riflettere sul fatto che spesso questi problemi vengono sottovalutati; così semplicemente ricordiamoci che esistono, e soprattutto, impariamo a riconoscerli per scacciarli tutti, dal primo all’ultimo, il più lontano possibile!!!

E adesso torniamo ai nostri animaletti sorridenti… (spero nessuno si offenda se li chiamo “animaletti“) io la mia piccola la vedo proprio come una cucciola indifesa! A volte una topolina, a volte una scoiattolina.

Ecco… a lei insegnerò a conoscere il mondo, le mostrerò il bello della vita, e le colorerò il brutto delle cose, nei suoi colori preferiti.

Vorrei imparasse a guardare la vita da una lente colorata, e ad ascoltare i suoni della natura al posto delle cattiverie della gente.

Ma per il momento è talmente piccola… che avrà tanto tanto tempo ancora, per imparare tutto.
Per adesso cerco solo di fare del mio meglio, di trasmetterle i miei stati d’animo e di farla vivere in un ambiente il più possibile sereno e rilassato (compagno permettendo eheh).

Una cosa divertente a cui mi sto dedicando da poco, ve la voglio raccontare.
Prendo in braccio la mia bimba, la muovo a tempo di musica, e le faccio ascoltare (ormai cantandola anche) una canzone un pò curiosa… Si intitola “The Happy Song”, il titolo dice tutto!!!

 

E’ una canzone che è stata commissionata a Imogen Heap, l’autrice, con l’obiettivo di scrivere ed arrangiare una canzone che rendesse i bambini più felici!

E lei così ha fatto! L’autrice ha accettato l’incarico, ed insieme alla collaborazione della figlia Scout (di due anni), la Goldsmiths University, e psicologi specializzati, la musica è stata testata scientificamente per trovare il perfetto tempo, melodia e ritmo. E così i nostri bambini saranno più felici 🙂!

Mah, che sia vero o no, questo ancora non lo so… senz’altro vi dico che tra tutte le canzoncine per bambini che ho ascoltato, questa è la mia preferita!!!

L’avete ascoltata?!

Con Amore, Mamibum

 

2 commenti

  1. Questa canzoncina regala felicità anche a me che sono molto molto grande… Funziona provatela. MOMÓ

    1. Allora non sono io l’unica… Ha incantato anche te 🙂 !
      Un saluto e a presto!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *