Paula, una mamma Metro-naturale

Reading Time: 2 minutes

La Mamitribùm si allarga! Nel nostro viaggio alla ricerca di mami, abbiamo raccolto la testimonianza di Paula, una mamma che ci scrive da Sant Cugat, una cittadina a  meno di mezz’ora dal centro di Barcellona. Il suo motto: “Toglietemi tutto, ma non il mio bosco!”

Ciao a tutte! Sono Paula, una mamma metro-naturale 🙂 da qualche anno gli amici e i parenti stretti mi definiscono così.
Vivo a pochi chilometri da Barcellona, e amo questa città, tutti la amano, lo so.
Forse la amano più i turisti! Per questo a volte la odio, il centro si è trasformato in in un’attrazione multiculturale che ha perso tutta la sua autenticità, e poi… troppa davvero troppa gente.

Come in tutte le grandi città, a meno che tu non sia ricco straricco e viva nei palazzi d’epoca di Pedralbes o in un attico in Plaza Catalunya, noi gente comune e mortale dobbiamo vivere nella periferia di Barcellona.

Io e la mia famiglia oggi viviamo in una casetta a Sant Cugat, con una grande cucina finestrata che affaccia sul giardino, la nostra camera, la camera dei miei bambini (Joan 3 anni e Anna 5), e una sala da pranzo non troppo grande.

Non è una casa enorme, ma abbiamo la fortuna di avere un bel giardino che la circonda dove con mio marito abbiamo costruito “la casetta delle meraviglie”, una casetta in legno. I bambini ci giocano dentro, si nascondono e si divertono, e noi ne approfittiamo per mettere scope, barbeque e quello che serve.

Viviamo una vita semplice nella quale cerco di trasmettere le mie passioni ai miei bambini, la natura è il mio habitat.

Insieme abbiamo fatto un orto, e una volta a settimana andiamo tutti e quattro a fare una passeggiata nel bosco, che confina con casa nostra.

Abbiamo anche creato un angolo in cui ognuno di noi accudisce i propri fiori (io le margherite, Anna le rose e Joan i fiori bianchi), lo faccio nel tentativo di aiutarli a capire come prendersi cura delle cose. Ma a volte i cinghiali riescono a rompere la recinzione, ed entrano nel nostro giardino distruggendo tutto! Ci tocca ricominciare da capo!!!

Joan a Ana vanno entrambi a scuola nel centro di Sant Cugat, li accompagno ogni mattina in macchina. Vorrei una di quelle biciclette olandesi, con un cesto davanti, dove i bambini stanno seduti al riparo e si godono il panorama. Ho pianificato di comprarla per la prossima primavera, il regalo per il mio compleanno!!! Non vedo l’ora.

E io?
Non ci crederete, lavoro nel #!##! centro di Barcellona.

Per questo la odio, e per questo amo la mia casetta. Ecco perchè metro-naturale. Dalle 9 alle 2 in una metropoli, e dalle 15.00 in poi, nel mio mondo naturale!

A presto, Paula

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *