La Mami di Mamibum

Reading Time: 2 minutes

Di Mamma ce n’è una, come lei non c’è nessuna!

Dedichiamo il primo post di questa sezione, ad un’esponente speciale: Nonnabum, la mami di Mamibum.

La mia avventura di mamibum inizia nel mese di luglio 1984 quando scopro che da lì a poco sarebbe arrivata (28 Marzo) la mia primogenita. Ero sposata da due anni, vivevo a Bergamo, la mia famiglia in Sicilia, mia mamma passata a miglior vita l’anno prima, un padre e tre fratelli che non erano certo in grado di darmi consigli sulla mia futura maternità.

Non esistevano blog, internet, Facebook, Instagram e quant’altro. Così un giorno sono entrata in una libreria e ho acquistato quello che in quegli anni era considerato il “vangelo” delle mamme in attesa. Il libro “Come allevare il bambino dalla nascita ai 6 anni” di Penelope Leach.

Quel libro diventò la mia mamma, la mia guida, il mio guru e super guru. Mi affidavo a lui in tutto e per tutto e mese dopo mese seguivo tutte le fasi di crescita della mia bimba confrontandomi unicamente col mio pediatra.

Quel libro diventò la mia mamma, la mia guida

Imparai a cavarmela da sola e piano piano mi accorsi che essere mamma non era poi così difficile, né tragico, né complicato. Imparai ad ascoltare e a distinguere il pianto di mia figlia e capii che anche se appena nati, i neonati sanno ottenere ciò che desiderano, che il pianto della fame é diverso da quello del male al pancino o da quello per richiamare l’attenzione dei genitori.

A quel punto l’ansia dell’incognito con una bimba così piccola e indifesa che dipende interamente da te, e la paura di sbagliare, furono spontaneamente sostituite dalla serenità e dalla consapevolezza.  Ero perfettamente in grado di capire le esigenze di mia figlia, capricci compresi, e nessuno avrebbe potuto darmi consigli o suggerimenti diversi da come avevo impostato il mio rapporto mamma-bebé.

La paura di sbagliare fu sostituita dalla serenità

Oggi le neo mamme hanno migliaia di strumenti a disposizione per arrivare ad assumere il ruolo di mamma con, oserei dire, quasi una perfezione altamente tecnologica impressionante.
Ciò facilita alla grande il compito delle mamme, ma al di là di mille blog, Facebook, Instagram e chi più ne ha più ne metta, concludo questa chiacchierata invitando le neo mamme ad osservare e soprattutto ascoltare il proprio bebé.

Nulla potrà mai sostituire o superare il cuore di una mamma!

Con affetto, Nonnabum

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *